Tennis in carrozzina

diego amadoriIl progetto da me fortemente voluto, di istituire una scuola tennis su sedia a rotelle, mi ha infuso e continua tutt’ora ad infondermi forti emozioni.

L’idea, nata nel 1997, fu quella di orientare l’insegnamento del tennis non solo nella concezione classica dei ragazzi “normodotati” ma di estenderlo anche a chi poteva farlo solo attraverso l’uso di una sedia a rotelle. La formazione, la ricerca di altre realtà simili, omogenee, il viaggiare nel territorio Nazionale per seguire chi aveva già iniziato questa attività e potersi confrontare. Un ringraziamento particolare a Gianluca Vignali attuale responsabile dell’area tennis in carrozzina della FIT  che mi ha fortemente aiutato nel percorso conoscitivo e formativo. Da tutto questo è partito il progetto attivo da sedici anni.

Con tanti sacrifici da parte mia e dei ragazzi su sedia a rotelle che negli anni si sono alternati nella scuola tennis siamo riusciti a far crescere questa realtà fino ad oggi: possiamo dire di esserci ritagliati un pezzettino di storia di questo sport e di essere diventati un punto di riferimento a livello nazionale.

In tutti questi anni dal 1999 ad oggi sono stati tanti gli atleti che ho allenato e hanno difeso i colori della Nazionale Italiana a vari Campionati Mondiali come Luca Spano, Diego Amadori, Alfredo Di Cosmo e tanti altri hanno raggiunto vette importanti nella classifica Mondiale e nella classifica Italiana N° 2 e N° 5.

Insieme a  loro un gruppo entusiasta di atleti per citare i più storici: Rosalba Giani, Fabio Rini, Davide Mangiacapra, ed altri che impegnandosi costantemente hanno permesso di far conoscere e apprezzare il nostro centro di Preparazione Tennistica su tutto il territorio Nazionale.

Lavorando tutti insieme e con l’aiuto di Bianchi Grop s.p.a.  siamo riusciti in questi anni ad organizzare un torneo Nazionale che nelle edizioni del 2014 e 2015 è diventato un torneo Internazionale (2° International Bianchi Group Trophy) con partecipazione di atleti da varie Nazioni Europee.

finalisti
Finalisti dell’edizione 2015 del torneo Internazionale Bianchi Group Trophy

 

Conoscere l'altro e se stessi - cento battaglie, senza rischi; non conoscere l'altro, e conoscere se stessi - a volte, vittoria; a volte, sconfitta; non conoscere l'altro, ne se stessi - ogni battaglia e' un rischio certo. ~ Sun tzu Ping

Questo sito utilizza i cookies al fine di una migliore fruibilità ed un servizio reattivo e personalizzato.
Continuando la navigazione, l'utente acconsente ed accetta l'utilizzo dei cookie.